lunedì 9 maggio 2016

Recensione 'Maestra' di Lisa Hilton



Titolo: 'Maestra'
Autore: Lisa Hilton
Traduttore: Giorgio Testa
Editore: Longanesi
Data di uscita: 2 maggio 2016

Ad appena una settimana dalla sua uscita in Italia, è già ai primissimi posti delle classifiche dei libri più venduti; 'Maestra' è il caso editoriale dell'anno, e in tutto il mondo si è rivelato un successo. La critica ha eletto Lisa Hilton, la nuova regina del genere erotico, e il pubblico ha dimostrato di essere perfettamente d'accordo. «La nuova regina del romanzo erotico. Un fenomeno mondiale.» ha scritto Le Figaro, mentre Vanity Fair ha decretato «Il bestseller di qualità è tornato. Maestra si candida con forza al titolo di libro più discusso dell'anno.»

Sinossi

'Maestra' è ambientato a Londra; qui Judith di giorno fa l'assistente in una prestigiosa casa d'aste, mentre di notte arrotonda lavorando in uno dei locali per soli uomini più esclusivi di Londra. Il sesso è una componente fondamentale della sua vita; grazie al sesso può esprimere sé stessa ed essere finalmente libera. Quando viene licenziata, capisce che nella vita reale le cose vanno in un certo modo, e decide di vendicarsi a tutti i costi... 

La recensione de 'Maestra' di Lisa Hilton


Ci tengo a precisare che la sinossi non colpisce il lettore più di tanto; sembra che la storia non sia poi tanto bene articolata e si risolva tutto in pagine e pagine di sesso sfrenato. Ho iniziato la lettura di 'Maestra' con mille riserve e tante perplessità, però... già dalle prime pagine ho capito che non era il solito romanzetto da tre soldi scritto male, ma un'opera complessa scritta in modo esemplare. Le parole di Lisa Hilton hanno attirato subito la mia attenzione, tanto che ho letto il libro in appena un giorno e mezzo. 

'Se mi chiedete come tutto è cominciato,
 la verità è: per caso. 
Almeno la prima volta.' 

Judith si ritrova catapultata in un mondo che finora non le è appartenuto solo per caso, forse spinta dalla noia della sua sterile vita, oppure per mancanza di denaro sufficiente per potersi permettere una vita più agiata, o ancora soltanto perché vuole provare l'ebrezza di una vita diversa.

'La relazione di causa - effetto 
serve ad esorcizzare il caso,
la paura e lo sgomento
degli umani di fronte 
all'inquietante incertezza della sorte...
Ma le scelte precedono sempre 
la loro spiegazione,
che lo si voglia ammettere o no.'

La narrazione coinvolge il lettore, tanto da non farlo staccare dalle pagine de 'Maestra' senza aver raggiunto la fine. Un romanzo che piace, che venderà anche in Italia tanto quanto ha venduto nel resto del mondo, ma soprattutto un romanzo scritto in maniera impeccabile. Noi ve lo consigliamo!